Author Archives: Capo Branco F

1° Impresa di reparto: “Il pastorello d’oro”

Come prima impresa, il reparto Olympia si è messo all’ opera utilizzando impegno e spirito di squadra. Facendo cosa? Realizzando un piccolo presepe originale. Il 2 dicembre, durante un’uscita di reparto, i nostri capi ci hanno lanciato questa nuova impresa. Ogni sq., dando spazio alla fantasia, ha utilizzato oggetti di uso quotidiano o oggetti facilmente trovabili in casa per rendere speciale questo piccolo presepe. Valige, pigne, scatole di scarpe… insomma oggetti a cui non si dà molta importanza sono stati i protagonisti di questa impresa. Abbiamo avuto circa 3 settimane per la realizzazione. Castori e Falchi hanno realizzato dei personaggi fatti da loro, le Gazzelle hanno utilizzato il tema della natura, le Koala hanno realizzato il loro presepe dentro una valigia e le Aquile dentro una scatola… insomma, saranno mancate lucine, sassolini, e quant’altro ma idee e fantasia proprio no!!! Al campo invernale (29-30 dicembre) ci sono stati detti i risultati. Sul podio ci vanno i Falchi con 14 punti, le Koala con 21 punti e i vincitori sono i castori con 22 punti. E’ stata un’impresa divertente, ma allo stesso tempo creativa perché ognuno, anche nel suo piccolo, ci ha messo qualche idea per rendere il presepe più speciale.

Ilaria Santacaterina

Voglio coraggio … Chi cambia se, cambia il mondo!

La mafia è un terribile fenomeno molto presente in Italia, che caratterizza, con diverse “sfumature”, il Sud della Penisola, in particolare Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.
Uno degli obiettivi principali di questi loschi movimenti è quello di lucrare attraverso qualsiasi attività, infrangendo la legge e arrivando, quasi sempre, a togliere la vita a molti innocenti che hanno avuto il coraggio di ribellarsi.

Noi dell’alta Sq. Del Reparto Olympia abbiamo deciso di affrontare questo tema molto delicato attraverso attività che hanno prima coinvolto i più grandi e successivamente tutto il Reparto.
In primo luogo, l’alta Sq. si è riunita al fine di scoprire la storia di alcuni personaggi che hanno contribuito nella lotta contro la Mafia, ragionando sulle loro azioni e arrivando alla conclusione che tutti i membri di queste orripilanti “associazioni” hanno una cosa in comune: l’omertà.

Dopo aver compreso ciò che la mafia ha fatto e continua a fare, i capi hanno proposto all’alta Sq. di incontrare Michele Albanese, un giornalista calabrese che attualmente vive sotto scorta per aver scritto un articolo sull’inchino di Oppido Mamertina (il quale ha fatto il giro del mondo, raccogliendo più di 200.000 visite in poco tempo).
“Io ho solo fatto il mio lavoro, e ho avuto il coraggio di farlo”
Questa è una delle tante frasi che il giornalista ha pronunciato al momento dell’incontro, mirate a farci comprendere ulteriormente il ribrezzo che la mafia causa. Inoltre, Albanese ha spinto tutti noi a non abbandonare questa terra, poiché se tutti facessero così non rimarrebbe nessuno a lottare contro l’omertà e l’ingiustizia.

Due settimane dopo l’incontro con Michele Albanese, l’alta Sq. ha proposto al reparto un’uscita, con destinazione la sede AGESCI del gruppo scout Reggio C. 15, nella località di Archi. Questa sede non era un posto casuale che noi ragazzi abbiamo scelto, infatti essa è un bene confiscato ad una famiglia mafiosa e donato ai capi scout di quel gruppo. Il nostro Reparto ha subito stretto un forte legame con i ragazzi di Archi, che hanno accolto tutti a braccia aperte e successivamente hanno speso il loro tempo per mostrarci la loro sede. Noi in cambio abbiamo condiviso con tutti l’esperienza con il giornalista Albanese, seguita dal racconto del capo del Reparto di Reggio 15, che ci ha illustrato la storia del gruppo e di tutta la sede.

Per tutto il nostro Reparto è stata un’esperienza formativa che ha aiutato anche i più piccoli a confrontarsi con una realtà difficile che riguarda il nostro territorio, ma soprattutto, ad avere Coraggio.

 

Giuseppe Cotroneo.

2° impresa di reparto …. I CUDDURACI!!!

Dopo aver trascorso sei mesi durante i quali abbiamo lavorato alla nostra prima impresa (la costruzione dell’alzabandiera), abbiamo vissuto l’apertura, il thinking day e tante altre attività, il reparto Olympia ha deciso di iniziare a pensare alla seconda impresa di reparto!

Le imprese prevedono sei fasi: ideazione, progettazione, lancio, realizzazione, verifica e fiesta.

Noi abbiamo iniziato il 17 febbraio quando,  durante una riunione di reparto, ci siamo riuniti per pensare alla mappa delle realizzazioni.

La mappa delle realizzazioni contiene le proposte, le idee, i sogni … di noi ragazzi.

La proposta che ci ha convinti di più è stata quella di un autofinanziamento che servirà per finanziare le future attività e in particolare il campo estivo.

Per questo autofinanziamento avremmo preparato …. I Cudduraci!!!!

Dopo aver ideato l’impresa, ci siamo divisi in quattro gruppi, ciascuno con compiti diversi in base alle nostre abilità e a quelle che vogliamo acquisire:

– cucina ( gruppo che si occupa di cucinare i cudduraci)

-confezioni (gruppo che si occupa di confezionare i cudduraci)

-pubblicitá (gruppo che si occupa di pubblicizzare l’autofinanziamento con dei volantini)

-fotografia e relazione (gruppo che si occupa di fare foto e relazioni come questo articolo!) ….. Si siamo proprio noi!!!

Ognuno di noi, guide ed esploratori del gruppo, ha un ruolo preciso all’interno dell’impresa ed è importante che tutti partecipino attivamente, cercando di dare il proprio meglio.

La fase di realizzazione si concluderà il 24 marzo con la vendita dei cudduraci.

Noi esploratori ci divideremo in sei luoghi differenti (come potete leggere nel nostro volantino).

La riuscita dell’impresa sarà per noi importante … Speriamo che tanti di voi ci vengano a trovare per provare i nostri deliziosi cudduraci e per aiutarci ad autofinanziarci!!!

 

 

 

Veronuca Spurio,

per il gruppo foto e relazione.

Diverso da chi?

Il 7 maggio 2017 i lupetti, gli esploratori e i rovers del nostro gruppo saranno impegnati in un grande evento organizzato dalla nostra zona …. La zona FATA MORGANA.

La zona è davvero ai suoi albori, essendo nata proprio quest’anno, e quale migliore occasione di “inaugurarla” se non un evento che coinvolga tutti coloro che ne fanno parte?

I gruppi che costituiscono la zona fata morgana sono:

Il 7 maggio dunque ci incontreremo tutti ad Arghillà, al parco di Ecolandia, per vivere un’esperienza relativa a un tema che abbiamo sviluppato con i nostri ragazzi da febbraio: la diversità.

L’appuntamento per i lupetti e gli esploratori è alle 8.45 direttamente al parco carichi di voglia di divertirsi, sperimentare e riflettere … per un incontro davvero in grande!

 

 

“giochiamo” da protagonisti

Quest’estate una lupetta del nostro branco, Giorgia Pirrone, ha partecipato alle piccole orme di giornalismo e per questo è stata scelta per partecipare ad un evento nazionale organizzato dall’agesci per la branca L/C.

L’evento si chiama “IL FESTIVAL DEI BAMBINI” e si è svolto a Bologna, al seminario vescovile, il 26 e il 27 novembre, con la partecipazione di altri lupetti e coccinelle, vecchi lupi e coccinelle anziane di tutta Italia!!!

I lupetti e le coccinelle hanno provato sulla loro pelle la vita dei reporter e hanno lavorato insieme a Gufo, Raffa, Elleci ed Erik della redazione di “GIOCHIAMO”, il giornalino che ogni mese arriva a casa ad ogni lupetto e coccinella….. Non vediamo l’ora di leggere il prossimo numero su cui sicuramente potremo leggere articoli e vedere foto della nostra Giorgia!!!!!

Lei è tornata da Bologna sicuramente con lo zaino più carico di esperienze …. e anche il nostro gruppo, grazie a lei e alla sua avventura, si sente molto più ricco!

img-20161127-wa0004

Buona caccia!